Indice

Quando avviene la recessione anticipata del contratto di locazione

Recessione del contratto di locazione richiesta dal Conduttore in qualsiasi periodo del contratto

Risoluzione del contratto di locazione alla prima scadenza del medesimo per intenzione del locatore

Risoluzione del contratto di locazione alla prima scadenza del medesimo per richiesta di rinnovo non portata a termine

Termine rinnovo alla seconda scadenza del medesimo

Se abbiamo stipulato un contratto di locazione con Cedolare secca cosa dobbiamo fare?

Quando avviene la recessione anticipata del contratto di locazione

Può capitare che durante il periodo in cui il contratto di locazione è in essere, il Locatore o il Conduttore riscontrino necessità differenti da quelle in precedenza stabilite e si richieda la recessione anticipata del contratto di locazione. Se consensuale, la Risoluzione può avvenire per qualsiasi motivazione e in qualsiasi momento antecedente il termine del contratto, sia dal Locatore o dal Conduttore. Nei casi in cui pervenga una richiesta singola da parte del Conduttore o del Locatore, si deve precisare che il Conduttore ha ampia libertà di scelta, ma non nel caso del Locatore. Egli ha concessi pochi casi, descritti dalla legge italiana, per chiedere la recessione anticipata del contratto di locazione. La legge di riferimento è la Ex art. 3, comma 1, l. n. 431/1998 .

Recessione del contratto di locazione richiesta dal Conduttore in qualsiasi periodo del contratto

Il conduttore può richiedere la Risoluzione del contratto in qualsiasi momento, avvalendosi della clausola presente nel contratto, solo in presenza di gravi motivi. Il motivo del recesso dev'essere specificato con lettera inviata al Locatore, a mezzo di raccomandata, entro 6 mesi dal recesso.

Attenzione! Il mancato preavviso del recesso del contratto, comporta al Conduttore l'obbligo al pagamento di 6 canoni mensili, corrispondenti al periodo del mancato preavviso. 

Il Conduttore che recede per gravi motivi, senza dare il dovuto preavviso al Locatore, può essere obbligato al risarcimento dei danni subiti dal Locatore, a causa della restituzione anticipata dell'immobile.

Risoluzione del contratto di locazione alla prima scadenza del medesimo per intenzione del locatore

Solo alla prima scadenza del contratto di locazione, il Locatore deve comunicare la volontà di terminare il contratto di locazione, ed entro sei mesi dal termine della prima scadenza del medesimo. 

Persone fisiche

  1. ad uso abitativo, commerciale, artigianale o professionale proprio (ovvero del coniuge, dei genitori, dei figli o dei parenti entro il 2° grado);
  2. nel caso abbia la piena disponibilità di un alloggio libero e idoneo nello stesso comune;
  3. quando il conduttore non occupi continuativamente l'immobile senza giustificato motivo;
  4. quando l'immobile on abbia integrità strutturale e dev'essere ristrutturato;
  5. quando il locatore intende vendere l'immobile a terzi e non abbia la proprietà di altri immobili ad uso abitativo tranne quello adibito a propria abitazione (in tal caso, comunque, il conduttore ha diritto di prelazione).

Persone giuridiche o enti pubblici

  1. intende destinare l'immobile all'esercizio di attività dirette a perseguire finalità pubbliche, sociali, mutualistiche, cooperative, assistenziali culturali, di culto. Il Locatore dev'essere una persona giuridica o un ente pubblico ed è obbligato ad offrire al Conduttore un altro immobile;
  2. quando il conduttore abbia la piena disponibilità di un alloggio libero e idoneo nello stesso comune;
  3. quando l'immobile on abbia integrità strutturale e dev'essere ristrutturato;
  4. quando il conduttore non occupi continuativamente l'immobile senza giustificato motivo;
  5. quando il locatore intende vendere l'immobile a terzi e non abbia la proprietà di altri immobili ad uso abitativo tranne quello adibito a propria abitazione (in tal caso, comunque, il conduttore ha diritto di prelazione).

Risoluzione del contratto di locazione alla prima scadenza del medesimo per richiesta di rinnovo non portata a termine

Se le parti non concordano sul rinnovo del contratto di locazione a nuove condizioni, per il secondo periodo del medesimo, il contratto è prorogato di diritto per due anni, salva la facoltà di disdetta da parte del locatore che intenda adibire l'immobile agli usi descritti in "Recessione del contratto richiesta dal Conduttore".

Termine rinnovo alla seconda scadenza del medesimo

Entrambe le parti, entro sei mesi dalla seconda scadenza del contratto, ha diritto a richiedere la rinuncia del contratto di locazione. La parte interpellata deve rispondere entro sessanta giorni dalla ricezione della raccomandata, sempre a mezzo di raccomandata. In mancanza di risposta o di accordo, il contratto si intende terminato alla data di cessazione della locazione.

In mancanza di richieste di termine del contratto di locazione o rinnovo a nuove condizione il contratto è rinnovato tacitamente con medesime condizioni.

Se abbiamo stipulato un contratto di locazione con Cedolare secca cosa dobbiamo fare?

Se tutti i Locatori hanno scelto il regime della Cedolare secca l’imposta di registro per la risoluzione del contratto non è dovuta, ma è necessario comunicare la risoluzione anticipata del contratto.

Ricorda

L’imposta di registro dovuta per la risoluzione anticipata del contratto è pari alla misura fissa di 67 euro più oneri del servizio.

La recessione del contratto di locazione dev'essere eseguita entro 30 giorni dall’evento.

 

Registra la Risoluzione del contratto ->